Cari Elias, Chiarapia

e tutti gli altri nuovi iscritti al “Conte Milano”, vi abbiamo atteso con la comprensibile ansietà di

chi vuole capire se il lavoro che ha finora svolto è stato apprezzato, se il messaggio
che ha divulgato è stato compreso, se il modello che ha cercato di mettere a punto
ha conseguito credibilità.
Già nei giorni scorsi, quando è stata registrata la duecentesima iscrizione,
abbiamo capito che si stava scrivendo una delle pagine più importanti della
vicenda di questa scuola. Ora che questo pur ragguardevole traguardo è stato
abbondantemente doppiato, vogliamo darvi un benvenuto davvero speciale.
Nei cinquantasette anni di vita dell’ITIS di Polistena non è mai stato registrato
un numero così alto di iscrizioni al primo anno, malgrado la drastica diminuzione
dei frequentanti nelle Scuole Medie di tutta la Città Metropolitana di Reggio
Calabria. Un record al quale arriviamo dopo un decennio caratterizzato da un trend
costantemente positivo, che ha visto letteralmente raddoppiare l’utenza mentre la
quantità e la qualità degli ambienti di apprendimento, progettati da Docenti di
elevatissimo livello e realizzati mediante un utilizzo meticoloso e trasparente dei
fondi comunitari, hanno fatto passi da gigante.
Ma possono le strutture da sole garantire il compimento di quel quotidiano
miracolo che si chiama educazione? Certamente no, dal momento che la scuola
si sostanzia in un complesso sistema di relazioni interpersonali volte a garantire il
“clima educativo” ottimale, ovvero quella terra grassa e benedetta nella quale ogni
seme trova il modo di attecchire.
E’ una Scuola davvero buona quella che cercheremo di farvi trovare, capace
di far emergere tutte le vostre potenzialità, di motivarvi sempre di più e di
coinvolgervi in massimo grado, col progetto di fare delle vostre vite qualcosa di
grande e di importante, e, per il vostro tramite, di aiutare la nostra bellissima terra
a risorgere.
Ora che avete scelto il “Conte Milano”, preparatevi a riempirlo con i vostri
sogni e con la bellezza della vostra età. Sappiate che noi educatori avvertiamo
tutta la responsabilità che deriva dalla vostra scelta, e che intendiamo proseguire
nel solco che abbiamo tracciato tutti insieme con immutato entusiasmo. Non
curatevi dei nostri capelli bianchi, perché in una vera Scuola contano solo i cuori
delle persone, e quelli pulseranno tutti all’unisono per una magia alla quale
apparterremo, voi e noi, per i prossimi formidabili cinque anni.
Franco Mileto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *