Premio Elmo 2023: la cura per il futuro ha radici profonde

di Maria Pia Tucci

Red carpet e scenografia dei grandi eventi per la consegna del Premio Elmo 2023.

Rizziconi si è vestita del suo abito migliore per accogliere nella piazza della Chiesa patronale di San Teodoro i premiati di questa undicesima edizione che ha avuto come sfondo la cultura delle origini.

Siamo proiettati al futuro – ha detto il presidente dell’ Associazione piazza Dalì, sodalizio che ha fondato il premio rizziconese, Giammarco Pulimeni – convinti che la cultura ha bisogno di essere nutrita e nutrita di bellezza – .

Un’apertura magistrale che ha celebrato il primo mezzo secolo di carriera del maestro Cesare Berlingeri, artista di fama internazionale e figlio fedele della sua Calabria.

Sul palco, il maestro delle tele piegate, ha dialogato con Roberto Sottile – curatore d’arte e presidente di giuria del Premio – mettendo in evidenza quell’ universo fantastico della sua arte, tra colori e stelle, fatta di quel blu che richiama l’eterno e all’eterno sembra volgere e rivolgersi.

I premi sono significativi per le piccole comunità – ha detto il Mestro Berlingeri prima di salire sul palco – ci danno l’opportunità di portare l’arte nella piazza pubblica e parlare a tutti. Anche se parlare d’arte è cosa molto complessa; é l’arte che comincia la storia dell’ umanità e finché la fa l’uomo essa reggerà, come la poesia. Chissà se reggerà anche quando la faranno le macchine?

il maestro Berlingeri dialoga con Roberto Sottile

A condurre Alessandra Giulivo e Lidia Coppola, per una serata trascorsa nella piacevolezza e nell’eleganza, tra reading e suggestioni dettati dai passi di lettura magistralmente scanditi da Eliana Iorfida, sulle tracce dei romanzi di due dei premiati: lo scrittore Pasquale Allegra e la narratrice Milena Privitera.

Eliana Iorfida, reading durante il Premio Elmo

La kermesse è entrata così nel vivo, con il ritmo tipico delle serate importanti e si sono alternati sul sagrato, allestito di rosso, personalità note del mondo dell’ arte, della cultura e dell’ informazione.

Con la presenza del giovane, ma già affermato artista Simone Gerace, arrivato a Rizziconi dal capoluogo siciliano, ma che si sta facendo sempre più strada nel mondo delle importanti personali e collettive d’arte nazionali e internazionali.

Andrea Naso, attore e regista teatrale ha ritirato il premio per il suo impegno che negli anni ha visto riconosciuto il suo lavoro con il teatro d’autore e di sperimentazione. Un premio che l’attore dedica a tutta la Compagnia teatrale Dracma, oggi residenza teatrale e laboratorio che ha avvicinato un’intera comunità e non solo al prezioso mondo del teatro d’autore. Un lavoro oggi riconosciuto e sostenuto dalla regione Calabria e dal Ministero della Cultura.

Paolo Cuomo, caporedattore centrale di Gazzetta del Sud, presente con un video messaggio ha ricevuto il premio per le mani della giovane corrispondente da Rizziconi Emanuela Russo, e Rossella Galati i volti del giornalismo che quest’anno sono stati insigniti del premio Elmo.

Il primo per la carta stampata, la seconda per il giornalismo televisivo che la vede conduttrice del Telegiornale del network LaC e dell’approfondimento scientifico LaC salute.

Ed è stato ancora il critico d’arte Roberto Sottile a consegnare una delle tre menzioni speciali del Premio Elmo, andata alla Presidente dell’ Accademia di Belle Arti dei Reggio Calabria e direttrice del Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza, Marilena Cerzoso.

Una serata che si è conclusa all’ insegna dell’ internazionalizzazione, per la prima volta, il Premio Elmo varca i confini Europei e trova casa a New York tra i meriti del produttore cinematografico Julius R. Nasso che nel suo italiano che si mescola al dialetto con inflessione americana, ha detto di non aver mai dimenticato da dove è partito e di continuare a guardare alla Sua Calabria con amore, da qui, infatti, a breve – ha detto – partiranno due lavori di mia produzione: una fiction e un’opera cinematografica, proprio da qui, dalla Calabria.

Juliu R. Nasso sul palco del Premio Elmo

Il Premio Elmo ha dato così appuntamento al prossimo anno, nella consapevolezza di essere divenuto un appuntamento che predilige la cura per la bellezza.

MOTIVAZIONI PREMIO ELMO 2023

La giuria del premio Elmo, all’unanimità ha ritenuto di premiare, il Maestro Cesare Berlingeri, artista di fama internazionale, figlio eccelso della nostra terra,

Per aver attraversato il primo mezzo secolo di carriera con la genialità artistica dei grandi; capace di parlare al mondo e all’arte contemporanea con il suo universo di stelle, pieghe e colori brillanti.

Per aver portato in alto i sentimenti e la ricerca di un’arte introspettiva e avvolgente, come il suo blu, che apre all’estasi dell’ infinito e che invoglia ad un continuo dialogo con il Creato.

a Cesare Berlingeri il Premio Elmo 2023 Premia Morabito

La giuria del premio Elmo, all’unanimità ha ritenuto di premiare, Simone Geraci,

Per la capacità di unire la tradizione delle tecniche e dei concetti in un ricercato percorso di modernità, tra pittura, immagine, disegno e materiali, nell’essenza dell’espressione della sua contemporaneità che sconfina in nuovi spazi reali e concettuali.

Simone Geraci Premia Tina Sgrò

La giuria del premio Elmo, all’unanimità ha ritenuto di premiare, lo scrittore Pasquale Allegro.

Per la sua capacità di utilizzare la parola e la scrittura come strumenti di dialogo tra generazioni, sapendo parlare a tutti con un linguaggio efficace e profondo. Per aver messo al centro l’intimità dei sentimenti e la continua ricerca dell’equilibrio tra l’umana fragilità e l’amore.

Pasquale Allegro_Premia Ileana Iorfida

La giuria del premio Elmo, all’unanimità ha ritenuto di premiare, per la carta stampata il giornalista e caporedattore centrale di Gazzetta del Sud, Paolo Cuomo.

Per la sua attenzione alla notizia e per la passione di continuare a raccontare il mondo che lo circonda con etica e senso responsabilità. Perché da cronista a caporedattore centrale non ha mai perso di vista il bello che c’è, conservando uno sguardo autentico sugli avvenimenti e nutrendosi della complessità dei continui mutamenti della professione del giornalista con competenza e impegno per il futuro.

Ritira il Premio Emanuela Russo

La giuria del premio Elmo, all’unanimità ha ritenuto di premiare, per il giornalismo televisivo Rossella Galati. Volto che attraverso la televisione targata LaC entra nelle case dei calabresi con professionalità ed eleganza.

Giornalista attenta e sensibile, si distingue per la divulgazione scientifica e grazie all’approfondimento del format LaC Salute punta lo sguardo sulla sanità calabrese, portando lo spettatore a scoprire realtà ed eccellenze quasi mai raccontate, ma senza perdere il senso critico del buon giornalista. E, non in ultimo, alla sua capacità di coniugare lavoro e famiglia. Alla felicità voluta che le ha fatto incontrare il suo compagno e che oggi ha il volto di un amore che si chiama Mattia

Rossella Galati Premio Elmo 2023, consegna Stefania Sammarro

La giuria del premio Elmo, all’unanimità ha ritenuto di premiare, il regista e attore di teatro Andrea Naso.

Per aver portato con caparbietà tutta la bellezza del teatro vivo nelle nostre comunità. Perché con la fondazione e la direzione artistica della Compagnia DRACMA ha inseguito e raggiunto l’obiettivo importante di veder riconosciuta la compagnia come luogo di produzione teatrale e la una Residenza artistica diventare il primo e più importante organismo di programmazione teatrale in Calabria riconosciuto e sostenuto dal Ministero della Cultura. Perché in questo lavoro collettivo ci ha ceduto costantemente e caparbiamente avendo come faro la forza della cultura per tutti e, ancora, per la forza di guardare sempre avanti e con spirito innovativo ai mutamenti sociali che l’arte del teatro sa mettere in scena come spinta provocatoria al cambiamento di intere comunità.

Andrea Naso Premio Elmo 2023, consegna Mimma Sprizzi

Menzione speciale Premio Elmo 2023

I componenti dell’ Associazione Piazza Dalì, all’unanimità hanno ritenuto di conferire la menzione speciale del Premio Elmo 2023 a Marilena Cerzoso. Per la sua straordinaria attività a servizio dell’arte, per le numerose collaborazioni e progettazioni rivolte alla valorizzazione e promozione dei beni artistici e per l’importanza data alla missione educativa come strumento di diffusione della legalità.

Menzione speciale Premio Elmo 2023, Marilena Cerzoso, premiata da Roberto Sottile

I componenti dell’ Associazione Piazza Dalì, all’unanimità hanno ritenuto di conferire la menzione speciale del Premio Elmo 2023 a Julius R. Nasso

Per la sua brillante carriera che lo ha portato ad essere una delle personalità di spicco nel mondo della produzione cinematografica e a lavorare, fin dall’ inizio, a fianco di mostri sacri del cinema, come Sergio Leone. Per le sue riconosciute capacità di businessman e di filantropo e ancora, perché continua a saper guardare, ancora oggi alla sua terra, la Calabria, con sguardo ispiratore.

Julius R. Nasso cosegna il Premio Giammarco Pulimeni

I componenti dell’ Associazione Piazza Dalì,all’unanimità hanno ritenuto di conferire la menzione speciale del Premio Elmo 2023 a Milena Privitera.

Per la capacità di raccontare un mondo solo apparentemente noto ma che grazie alla sua capacità espressiva riscopriamo sempre pieno di sorprese. Al suo viaggio letterario che diventa espressione di ricerca e sodalizio nella dicotomia tradizione-modernità.  Per la ventata di femminilità che si fa spazio e luce di future conquiste delle donne siciliane.

Menzione speciale Premio Elmo 2023 Milena Privitera, consegna Alessandro Giovinazzo

Condividi quest'articolo

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti", che potrebbero personalizzare le pubblicità sul tuo browser, e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy e privacy policy